Hammam e bagno turco in casa: i benefici di una SPA domestica

Il potere quasi taumaturgico del bagno di vapore è noto fin dalla notte dei tempi. A ogni latitudine, le antiche civiltà ne hanno scoperto e apprezzato i benefici, lo hanno elevato a rito, a momento di condivisione e di socialità. La ricerca del benessere psicofisico non è evidentemente esclusiva dell'uomo moderno. E' di origine Egizia, ad esempio, quello che ancora oggi in arabo si definisce hammam (letteralmente: fonte di calore) e che in Oriente è stato poi ribattezzato bagno turco.

Fino ad arrivare ai giorni nostri, protagonista delle moderne SPA, come specifico trattamento di bellezza in grado di rigenerare corpo e mente grazie al vapore sprigionato da appositi generatori. Pensate che goduria averlo a disposizione quotidianamente, nella propria abitazione, in esclusiva. Un autentico bagno turco in casa, con tutti gli annessi e connessi. Perché no?

 

Bagno turco in casa: benessere a portata di mano

L'elenco dei benefici che l'utilizzo di un bagno turco comporta è lungo e certificato. Il sistema è semplice: un ambiente chiuso a tenuta stagna, in cui viene emesso del vapore dal basso verso l'alto fino a raggiungere temperature di circa 40/45 gradi, produce calore umido al 100% provocando traspirazione e abbondante sudorazione. Gli effetti rilassanti e curativi sono immediati: espulse le tossine, la pelle si pulisce e  purifica a fondo. Vengono eliminati liquidi in eccesso, il sistema immunitario ne esce rinvigorito e le vie respiratorie liberate. Per chi soffre di ritenzione idrica, problemi di circolazione o insonnia può rivelarsi un'autentica manna dal cielo. Addio stress, benvenuto relax: l'hammam domestico non ha controindicazioni. Ma come fare per installarlo nella propria casa? E i prezzi?

 

Bagno turco in casa: istruzioni per l’uso

Per prima cosa è buona norma valutare lo spazio a disposizione e scegliere se progettare e costruire il proprio bagno turco oppure, semplicemente, installare una cabina per bagno turco prefabbricata. Nel primo caso l'ideale è disporre di un soffitto spiovente o ad arco per evitare lo sgocciolio provocato dalla condensa. L'altezza deve essere compresa tra i due metri e i due metri e mezzo: dimensione corretta per posizionare efficacemente l'indispensabile generatore di vapore.

Per isolare l'ambiente destinato all'hammam domestico è necessario utilizzare pannelli coibentati, rivestiti poi secondo il gusto personale in marmo o piastrelle o a mosaico. Come le pareti, anche il pavimento deve necessariamente essere isolato (ad esempio utilizzando guaina bitumata).

All'interno del vostro bagno turco non può mancare una panca oppure più sedute di diversa altezza e forma, ad esempio in legno o marmo. Lampada e/o diffusori di aromi possono integrare l'interno per un'esperienza più completa. Fondamentale è che la porta di ingresso (ad esempio vetrata) sia a tenuta stagna.

Per il funzionamento del bagno turco servono una presa elettrica e un punto di erogazione dell'acqua: i consumi variano tra i 2,2 e i 2,5 kwh. Quanto ai prezzi, il range varia dai 4000 ai 10000 euro: la spesa effettiva dipende dalla scelta di costruire ex novo o di preferire un prefabbricato, oltre che dalle dimensioni e dai vari optional aggiunti.